Acrilammide: scopri come friggere in maniera più intelligente e salutare!

Acrilammide

Gli ascolti alle stelle di programmi televisivi come "How it's made" e "Food Unwrapped" sono un un chiaro segnale che i clienti hanno cominciato regolarmente a chiedersi "cosa c'è nel mio cibo?". Di conseguenza, l'acrilammide può costituire una preoccupazione per i ristoratori. È quindi giunto il momento, oggi, di condividere qualche "croccante" soluzione pronta all'uso per affrontare questo potenziale rischio per la salute.

Acrila...che?

L'Acrilammide è una sostanza che si sviluppa riscaldando prodotti con alti livelli di amido a temperature superiori ai 120 gradi Celsius. Gli esami hanno dimostrato che questa sostanza è dannosa per gli animali e, in grandi quantità, anche per gli esseri umani. Tra i prodotti che contengono acrilammide troviamo, ad esempio, patatine fritte, chips, caffè, cereali, pane tostato, biscotti e crackers.

"Un chilogrammo di patatine non dovrebbe mai contenere piu’ di 500 microgrammi di acrilammide".

Le patatine fritte che uso sono prodotte a norma?

Sì! Le aziende produttrici di prodotti a base di patate, come Lambweston, hanno già adattato i propri processi produttivi e prodotti ai nuovi regolamenti. Tuttavia, ciò non toglie che le tue patatine possano finire col contenere troppa acrilammide. Perché? Ebbene, se non le friggi nel modo giusto, puoi ottenere comunque livelli di acrilammide superiori a quelli previsti da Brussels.
Non preoccuparti, finché questo avviene in cucina un paio di volte, non è un problema. Ma può diventarlo nel momento in cui servi grosse porzioni di patatine con alti livelli di acrilammide. È semplicemente dannoso per la salute. È per questo che vogliamo aiutarti subito!

5 consigli pronti all'uso

Ecco come evitare in modo facile i rischi per la salute connessi all'acrillammide:

  • Segui sempre le istruzioni riportate sulla confezione
  • Friggi i prodotti alla temperatura massima di 175 gradi Celsius
  • Mira ad ottenere un colore dorato quando friggi i prodotti, non cercare mai un marrone o un colore più scuro
  • Friggi porzioni più piccole per un periodo più breve
  • Non friggere patatine destinate alla cottura in forno, contengono più zucchero e quindi producono più acrilammide.

È tutto! In questo modo i livelli di acrilammide non raggiungeranno mai la zona di rischio e tu potrai dedicarti a ciò che sai fare meglio: creare i piatti più saporiti e deliziosi!

Sei sempre alla ricerca di nuovi modi per rendere i tuoi clienti felici, sani e desiderosi di ritornare? Seguici su e ti sveleremo tutti i segreti!